Il gusto unico del pistacchio Persiano

Il pistacchio è un frutto originario del Medio Oriente, dove veniva coltivato già in età preistorica (particolarmente in Persia).
Oggi uno dei maggiori produttori al mondo è l’Iran: i suoi pistacchi vengono coltivati e utilizzati al naturale, sgusciati, ma anche tostati e salati, sia in cucina che in pasticceria.
I pistacchi sono un alimento povero di colesterolo e ricco di vitamina B6, tiamina, rame, fosforo, potassio, ferro e manganese. In virtù dell'elevato contenuto lipidico, l'apporto energetico è molto alto.
Antiossidante naturale, rallenta l’azione dei radicali liberi e contrasta l’invecchiamento cutaneo. I suoi grassi buoni sono ottimi rimedi per il controllo del colesterolo LDL, ideali come snack per bambini e adulti.

I pistacchi si prestano alla maggior parte dei regimi alimentari.

Bisogna osservare porzioni e frequenza di consumo adeguate.
Questi semi contengono:
- grassi polinsaturi essenziali come l'acido linoleico (omega 6)
- grassi monoinsaturi come l'acido oleico (omega 9)
che possono aiutare a contrastare il colesterolo, mentre altri fattori nutrizionali importanti come le fibre presenti, possono favorire la normalizzazione dei trigliceridi, della pressione arteriosa e ostacolano le complicazioni del diabete mellito tipo 2.
Le fibre alimentari, abbondanti nei pistacchi, svolgono numerose funzioni benefiche per l'organismo. Associate alla giusta quantità d'acqua infatti possono:
•aumentare lo stimolo meccanico di sazietà;
•modulare l'assorbimento nutrizionale, riducendo la glicemia alta;
•prevenire o curare la stipsi e stitichezza, favorendo la pulizia del lume intestinale ed eliminando le tossine.
I pistacchi sono un'ottima sorgente di vitamine del gruppo B (B1, B2, PP, B5, B6), folati (coenzimi necessari al metabolismo di tutti i tessuti corporei) rendendoli ideali snack anche per la dieta della donna incinta.